^ Vai in alto

Articoli (11)

Articoli di interesse

Categorie figlie

Quali devono essere la durata e la frequenza perché possa essere efficace?

Per un genitore i quesiti non finiscono mai... Una volta che si è deciso di procedere con un trattamento riabilitativo si pone il problema di definirne una frequenza ed una durata, che possano dare dei risultati significativi e che, al contempo, siano compatibili con l’organizzazione famigliare.

In linea di massima è possibile affermare che qualsiasi tipo di trattamento sortisce degli effetti a livello qualitativo ma, in ambito riabilitativo, perché un percorso possa essere ritenuto efficace, è necessario che gli esiti siano clinicamente significativi (ossia che siano superiori a quelli che si sarebbero ottenuti tramite l’evoluzione spontanea) e generalizzabili.

Si sente spesso parlare di strumenti compensativi e di misure dispensative da inserire nel PDP (Piano Didattico Individualizzato), in modo che possano essere poi adottati a scuola e nella quotidianità per favorire gli apprendimenti.

Strumenti Compensativi

Ma, rimanendo fermi nell’intenzione di sgombrare il campo da fraintendimenti, vediamo di definire dettagliatamente di cosa si tratta, poiché una persona “non addetta ai lavori” non è tenuta a sapere quali siano quelli maggiormente idonei per bambini e ragazzi con disturbi specifici dell’apprendimento.

Copyright © 2013. Neuropsicologi.it  Rights Reserved.